. Error selecting data from keywords table.
Query: select * from keywords_casadibacco where pagina='poliziano' and lingua='it'
POLIZIANO

Angelo Poliziano, Angelo Ambrogini è nato il 14 luglio 1454, a Montepulciano , in Toscana, il figlio di un avvocato. Quando aveva 10 anni, suo padre è stato assassinato, e il ragazzo fu mandato a vivere con i parenti a Firenze, presso lo Studium di cui fu educato dagli umanisti. dedizione Poliziano a Lorenzo de ' Medici, di una parziale traduzione dell'Iliade segnato l'inizio di una lunga amicizia con il righello Medici, e per qualche tempo è stato a capo di Lorenzo cancelleria e fu precettore dei suoi due figli. Quando ha perso la posizione di quest'ultimo nel 1479, Poliziano improvvisamente lasciato la villa medicea di Cafaggiolo a maggio, e dopo un breve soggiorno nella villa Medici a Fiesole si trasferì a Mantova e il patrocinio del cardinale Gonzaga. L'anno seguente, però, dopo aver fatto la pace con Lorenzo, è tornato a Firenze e alla Studium ottenne la cattedra di eloquenza greca e latina. Nel 1477 Poliziano divenne priore di S. Paolo, e nel 1486 fu nominato canonico della Cattedrale, S. Maria del Fiore.
Ha svolto numerose missioni politiche per Lorenzo e, con Giovanni Pico della Mirandola , rilevati a nord le città italiane per i libri e manoscritti per la Biblioteca dei Medici nel 1491. Gli ultimi anni della vita di Poliziano sono stati spesi tra Fiesole, dove Lorenzo aveva dato una villa, e Firenze, dove morì il 28/29 settembre, 1494.
Poliziano è stato un prolifico scrittore di epigrammi, sia in latino, e la sua parziale traduzione in greco dell'Iliade (libri 2-5) ottenuto lui il patrocinio dei Medici.
Le sue odi ed elegie latine rivelato un vero talento lirico. I suoi scritti più importanti latino, comunque, includere il Praelectiones (o Silvae), che sono le introduzioni di autori classici trattati nei suoi corsi presso lo Studium. La più importante di loro, Nutricia (1491), è un tentativo di storia della poesia dai giorni di Orfeo di Poliziano proprio del tempo. Nel 1489 ha pubblicato il Poliziano miscellaneorum prima Centuria, composto di critica testuale e nuove interpretazioni di brani in dubbio i classici.
Di maggiore interesse ed importanza per la storia della letteratura italiana sono Poliziano gli scritti in lingua volgare. Il suo Stanze per la giostra sono state avviate nel 1475 in onore del fratello Lorenzo, Giuliano . Scritto in ottava rima , le Stanze di dimostrare eclettico approccio alla poesia di Poliziano, che unisce reminiscenze classiche e poesia vernacolare, con un raffinato senso dello stile. Poliziano ha scelto il mito di Orfeo come tema per il suo dramma solo in lingua volgare e il primo nella letteratura italiana, La Favola di Orfeo. Secondo il suo autore, il gioco è stato scritto in 2 giorni nel mese di giugno 1480 per una celebrazione presso il Gonzaga in tribunale Mantova. Anche se la tecnica di gioco è ancora vicino alla rappresentazione sacra, il mito aveva perso la sua connotazione cristiana medievale ed è trasposta nel mondo della pastorale.
la poesia Poliziano preferenzialmente impiegato come poetica forme popolari come i-stanza rispetto, e la ballata ed evitato il complesso dispone di più di sonetto , sestina, e la canzone. Il tema della sua poesia è stata la semplice amore di questo mondo, e spesso direttamente vario petrarchesca temi in un al contrario imitazione. Poliziano attività come traduttore di e romana letteratura greca sono stati notevoli (Callimaco, Epitteto, Galeno, Ippocrate, e Mosco ) , e il suo tentativo editoriale - come il Digesto - restano esempi rispettabile della prima critica testuale.

[INDIETRO A PAGINA MONTEPULCIANO]



  Agriturismo CASA di BACCO
  Via della Fornace Valiano 16, 53045 Montepulciano (SI)
  Tel.: +39 3388054069   email: info@casadibacco.net
  » Home Page